Omaggio a Walker Evans: Many are called

Tra il 1938 e il 1941 Evans produce una serie di fotografie scattate ai passeggeri della metropolitana di New York raccolte e pubblicate solamente nel 1966 in un libro intitolato Many Are Called, con introduzione di James Agee. Con una Contax 35mm nascosta sotto il cappotto all'altezza del petto, Evans fotografa i passeggeri ignari di essere ripresi. Il lavoro è mosso dalla convinzione del fotografo che in metropolitana "la guardia è abbassata e la maschera è calata. [...] Il viso della gente è nudo in metropolitana". È affascinante constatare come la serie raccolga una svariata quantità di emozioni e modi d'essere, osservando gli 89 scatti che compongono la serie si può sentire noia, curiosità, rabbia, amarezza, felicità, speranza. (testo di Salvatore Vitale)

https://www.agendalugano.ch/authors/3/salvatore-vitale

Il lavoro di Helen Lewitt

Il lavoro di Bruce Davidson

Il lavoro di Stanley Kubrick

Il lavoro di Marta Rybicka


Ancora ritratti in Metro
loading