T.R.I.P.

Il viaggio come ricerca e scoperta del Sé e dell’Altro.

Ogni viaggio ci mette di fronte a noi stessi e agli altri. Ci porta a confrontarci, a porci delle domande, a sentire chi siamo.
Ogni viaggio è un percorso di conoscenza. In maniera più o meno consapevole ci conduce a osservare, analizzare, sviscerare chi abbiamo di fronte, e di conseguenza, come in uno specchio, noi stessi.

I tre autori proposti quest’anno viaggiano con il loro obiettivo in luoghi familiari e non: Pieter Hugo nel suo contraddittorio Sudafrica, Narelle Autio nella sua Australia blu e Alessandro Rizzi lontano da casa, in Giappone. Ciascuno con un’intenzione e uno stile differente, scoprono e ci svelano qualcosa di sé nella scoperta dell’Altro.

L’investigazione e l’arte fotografica diventano così un mezzo di definizione e di studio dell’identità di una cultura, di un paese, rivelandone stereotipi, contraddizioni, segreti, senza la pretesa della documentazione foto giornalistica, bensì attraverso la decodificazione emotiva e intima di un sistema di valori e stili di vita.

E questo viaggio di scoperta alla fine, inevitabilmente, riporta sempre al punto di origine e di partenza: se stessi.

http://travelroutesinphotography.com

url: permalink

001.jpg002.jpg003.jpg004.jpg005.jpg006.jpg007.jpg008.jpgDSCF4576_2_sm.jpgDSCF4578_2_sm.jpgDSCF4580_2_sm.jpgDSCF4582_2_sm.jpgDSCF4585_2_sm.jpg

loading