Camargue Amara

Una tradizione popolare vuole che, intorno al 48 d.C., le donne seguaci di Gesù di Nazaret, Maria Maddalena, Maria di Betania e sua sorella Marta e Maria di Nazareth sua madre, fossero approdate in Camargue dopo le prime persecuzioni in patria, e qui avessero diffuso il credo cristiano.
Un'altra leggenda narra che le paludi della Camargue fossero abitate da un terribile mostro, la tarrasque, che passava il tempo a terrorizzare la popolazione. Santa Marta, con la sola preghiera, lo fece rimpicciolire in dimensioni, così tanto da renderlo del tutto innocuo, e lo condusse nella città di Tarascona, dove fu ucciso dalla popolazione locale.
Gli uomini hanno vissuto per secoli nella Camargue, influenzandola notevolmente con bonifiche, argini, risaie e saline. Gran parte della Camargue esterna è stata drenata per fini agricoli. La Camargue ha la sua omonima razza di cavalli, il famoso Camarguais bianco cavalcato dai gardiens Ci sono alcune città di varia grandezza nella Camargue. La sua "capitale" è Saintes-Maries-de-la- Mer che è meta dei pellegrinaggi annuali del popolo Rom in venerazione di Santa Sara. Altre città notevoli sono Arles che si trova all'estremo nord del delta, all'altezza della biforcazione principale del Rodano, e la città-fortezza medievale di Aigues-Mortes sul bordo occidentale della zona, nella Petite Camargue.
I confini della Camargue sono costantemente modificati dal Rodano che trasporta a valle enormi quantitativi di melma - circa 20 milioni di m3 l'anno. Alcuni étangs sono proprio ciò che rimane di antichi bracci del fiume. La tendenza generale è l'estensione della terra emersa all'interno del Mar Mediterraneo.
La Camargue è la dimora di più di 400 specie di uccelli, con gli stagni di acqua salata che forniscono uno dei pochi habitat europei per il fenicottero rosa. Gli stagni sono poi favorevoli anche alla vita di insetti, fra cui alcune delle più feroci zanzare di tutta la Francia. IÈ luogo di molte specie protette ed è essa stessa area protetta. Un altro tipico paesaggio di questa regione sono le sansouries, praterie dal suolo salato, dove cresce la salicornia, una pianta carnosa, e dove pascolano liberamente tori e cavalli.La flora della Camargue è adattata a coesistere con condizioni di acqua salata; fioriscono quindi la lavanda di mare oltre alle tamerici, ai salici ed i canneti.

©wikipedia
loading